Accedi

Condividi
Condividi

1 (una) cosa da fare subito per non rischiare di perdere 10.000 euro

Spesso leggiamo notizie di aziende che denunciano di essere state vittima di truffe online da parte di soggetti che si sono presenatti come fornitori o dipendenti, ma che si sono poi rivelati degli impostori.

Se qualcuno con una frode informatica dovesse riuscire a rubare 10.000 euro alla vostra azienda (o anche 100.000 euro), potreste accorgervene solo dopo qualche giorno e probabilmente non avrete modo di recuperare il maltolto.

Ma se vi dicessimo che c’è qualcosa che possiamo fare da subito per ridurre in modo significativo il rischio di perdere tutti quei preziosi euro? 

Disclaimer – In realtà è pressoché impossibile ridurre il rischio del 100%: l’unico modo per evitare di essere violati è quello di avere un sistema inattaccabile. Situazione poco credibile.

Ma esistono sicuramente delle buone pratiche da attivare per abbassare notevolmente il rischio.

Se state leggendo questo articolo perché qualcuno vi ha appena chiesto di pagare la fattura su un nuovo IBAN e voi avete eseguito, mi dispiace! Ma non preoccupatevi, ci sono ancora alcune cose che possiamo fare per assicurarci che questo non accada di nuovo.

C’è una cosa che potete fare subito (anche se non siete esperti di sicurezza e non avete nessuno che vi aiuti a capire se qualcuno è entrato nei vostri sistemi) e che ridurrà in modo significativo il rischio di perdere denaro.

Infatti, non è così difficile sapere “quanto” si è a rischio e prendere le dovute contromisure: quindi, non aspettate che un hacker si introduca nel vostro sistema per distrarre i flussi di pagamento.

La ricetta magica si chiama monitoraggio continuo della superficie di attacco.

Cos’è la superficie di attacco

Un valore fondamentale per definire la sicurezza informatica della tua azienda è infatti l’ampiezza della «superficie di attacco».

Sembra complesso, ma come vedrete non lo è.

La superficie di attacco è la somma dei punti di accesso alla vostra azienda visibili dall’esterno (ad esempio un dispositivo o una rete) a cui l’autore di un attacco può accedere ed estrarre dei dati. 

Pensiamola come una vista dall’alto del perimetro digitale esterno dell’azienda: facendo un paragone è come se un drone sorvolasse la vostra casa alla ricerca di porte e finestre aperte, buchi nella recinzione e altro. 

E’ data quindi dall’insieme di tutte le vulnerabilità note, sconosciute e potenziali che possono essere sfruttate per organizzare un attacco informatico o una violazione dei dati.

Il monitoraggio continuo della superficie di attacco

E’ possibile quindi valutare se l’Azienda sia esposta a potenziali rischi di sicurezza informatica o vulnerabilità, attraverso l’analisi dei diversi elementi critici che costituiscono la superficie di attacco e che possono essere soggetti ad attacchi cyber, come:

  • Email
  • Sito web
  • Dati personali

In questo modo si riesce a verificare preventivamente ciò che un osservatore esterno può rilevare passando fuori da casa vostra e fermarlo prima che causi dei danni. 

Uno strumento di monitoraggio continuo rileva qualcosa di insolito e invia un messaggio che riporta i dettagli della anomalia, in modo che gli utenti possano intraprendere immediatamente le azioni necessarie senza dover passare prima attraverso più passaggi.

L’installazione di sistemi di monitoraggio continuo e di allerta è estremamente conveniente rispetto al rischio di vedersi sottrarre 10.000 euro dalla propria azienda.

Ogni sottoscrizione Cyberangels include il monitoraggio continuo della tua superficie d’attacco. Sei non sei ancora cliente, prova subito gratis per 14 giorni il nostro servizio.

Questo è un esempio estratto direttamente dal nostro sito:

Sintesi dei rischi rilevati dal monitoraggio continuo della superficie di attacco

Conclusione

Se siete ancora dubbiosi sull’opportunità o meno di dotare la propria azienda di una maggiore protezione dagli attacchi informatici, spero che questo articolo vi abbia fornito informazioni sufficienti per capire perché è importante e quanto è facile farlo.

Non è mai troppo tardi per iniziare a proteggere la vostra azienda dagli hacker. In questo modo saremo tutti più sicuri!

Per qualsiasi informazione aggiuntiva, contatta il nostro team e scopri insieme a noi come puoi diventare sicuro come una grande azienda, senza per forza spendere un capitale o assumere degli specialisti.

Lascia che Cyberangels ti differenzi dalla concorrenza: continua a concentrarti sulle sfide del tuo business, alla tua sicurezza pensiamo noi!

RISORSE PER TE

Scarica la Guida Omaggio

Nella nostra guida imparerai come mettere in sicurezza una piccola o media impresa, dal punto di vista informatico e come proteggerti dagli attacchi su internet.

Articoli correlati

L’importanza di analizzare il rischio cyber dei propri fornitori

Se siete produttori, distributori o fornitori nell'economia globale di oggi, proteggervi dai rischi informatici è più importante che mai.

Le PMI e la cybersecurity: è una necessità o se ne può fare a meno?

Ci vogliono convincere che la sicurezza informatica stia diventando una priorità assoluta per le aziende. E' questa la sensazione che si ha di fronte al flusso infinito di notizie che parlano di attacchi informatici e violazioni di dati: ad esempio, il trend di crescita della spesa annua che le aziende dedicheranno alla cybersecurity è destinato a crescere del 15% all'anno, fino a raggiungere i 10 trilioni di dollari nel 2025

1 (una) cosa da fare subito per non rischiare di perdere 10.000 euro

C'è una cosa che potete fare subito (anche se non siete esperti di sicurezza e non avete nessuno che vi aiuti a capire se qualcuno è entrato nei vostri sistemi) che ridurrà in modo significativo il rischio di perdere denaro in azienda.

La tua azienda finalmente protetta e sicura.

Offriamo protezione e assicurazione personalizzata sulla tua azienda e sul tuo livello di rischio.
Registrazione gratuita.

Contattaci per maggiori informazioni