fbpx

Cyberangels Blog

Le sanzioni del Garante

Scritto da Sata Houstberg

300 mila euro, questa la cifra che INPS dovrà pagare per non avere rispettato il GDPR, le accuse sono: mancata definizione dei criteri per trattare i dati di determinate categorie di richiedenti il bonus Covid, uso di informazioni non necessarie rispetto alle finalità di controllo, ricorso a dati non corretti o incompleti, inadeguata valutazione dei rischi per la privacy.

Nell’ultimo anno sono aumentate le multe i e il loro valore, mettendo l’Italia al primo posto, con la più alta somma di sanzioni, pari a quasi 70 milioni. 

Ma quello che più fa pensare è il tipo di violazione: le sanzioni più elevate non derivano da data breach e cyber attacchi, bensì da trattamento errato dei dati personali, proprio come è successo ad INPS. 

Tu hai mai pensato a come gestisci i dati dei tuoi clienti? Sai cos’è il GDPR e cosa contiene?

GDPR significa General Data Protection Regulation, si tratta del regolamento europeo sulla protezione dei dati entrato in vigore nel 2008. Il panorama di Internet è cambiato in modo significativo negli ultimi anni, influenzando il modo in cui comunichiamo tra di noi e la nostra vita quotidiana. I nostri dati sono possono finire nelle mani di chiunque sempre più facilmente, perciò le aziende e gli individui hanno bisogno di linee guida migliori su come affrontare gestire i dati sensibili e gli attacchi informatici che minacciano la loro sicurezza. Il GDPR cerca di rispondere a questa esigenza. 

Può però risultare difficile la comprensione di questo regolamento, soprattutto per il fatto che fa riferimento a qualsiasi tipo di azienda, dal piccolo negozio sotto casa alla grande multinazionale: tutti si devono adeguare. Ed è per questo che si rischia facilmente di incorrere in sanzioni che potrebbero danneggiare seriamente un business. 

Comprendere come proteggere i dati dei propri clienti è fondamentale e Cyberangels è qui per questo.

Ti aiuteremo a creare delle policy personalizzate in linea con il tuo business, che potrai scaricare e distribuire al personale.

Monitoreremo il panorama normativo per aggiornarti su ogni novità.

Inoltre avrai sempre a disposizione un Angel, pronto a supportarti e a rispondere alle tue domande.

Al giorno d'oggi, gli attacchi informatici sono diventati sempre più frequenti e la tua azienda potrebbe essere la prossima a subirne uno. Per difenderti al meglio, devi adottare un approccio proattivo, identificando in tempo i segnali di attacco contro la tua azienda.

Le tipologie di attacchi informatici contro le aziende si evolvono quasi quotidianamente e gli hacker diventano sempre più imprevedibili. Per questo la sicurezza informatica costante è così importante.

Come sappiamo, la sicurezza informatica della tua azienda deve essere una priorità. Spesso però, quando sentiamo parlare di tentativi di phishing, attacchi informatici e ransomware, pensiamo principalmente al computer dell’ufficio. Sapevi che anche il tuo telefono aziendale rappresenta un grosso pericolo per la tua azienda?

Articolo 1 La tua password è sicura? Come proteggere le password della tua azienda Ti sarà spesso capitato di dover scegliere una password sicura, che sia per l’email aziendale, per gli account sui social network, per i software che utilizzi o, ancora più importante, per tenere al sicuro i dati della tua azienda.

Le aziende devono prendere maggiormente in considerazione i seri rischi informatici del mondo attuale e riconoscere che gli attacchi aumenteranno in gravità, portata e frequenza con l’avanzare della digitalizzazione di tutto il nostro modo di lavorare.

A questo gigante petrolifero sono stati rubati un terabyte di dati aziendali da un gruppo di hacker in un attacco ransomware. Infatti i criminali informatici hanno chiesto un riscatto, per ridare indietro i dati, di ben 50 milioni di dollari in criptovalute.

Per prima cosa, la tua attività online è il bersaglio preferito degli hacker, criminali informatici che desiderano danneggiare sia te sia i tuoi clienti. Per contrastare queste minacce, l’unico modo è investire nella sicurezza informatica.

Gli hacker hanno chiesto 70 milioni di dollari in criptovaluta in cambio di una chiave che potesse riconsegnare il controllo dei dati “presi in ostaggio” alle aziende vittime.

Aziende e privati ​​si scambiano oltre 300 miliardi di e-mail ogni giorno. L’importanza e la necessità dell’utilizzo della posta elettronica all’interno della sfera lavorativa conducono spesso ad ignorare e a sottovalutare i rischi che derivano dall’uso della stessa.

Le assicurazioni tradizionali tutelano le imprese dalle classiche situazioni che si verificano nel corso delle operazioni aziendali (danni alla proprietà, responsabilità legali, rischi legati ai dipendenti etc.)

Proteggiti con CyberAngels. Registrati subito Gratis

|

SCARICA LA GUIDA OMAGGIO

Nella nostra guida imparerai come mettere in sicurezza una piccola o media impresa.